Francesco Garito: il pensiero che resiste

Torneremo sicuramente a parlare di questo artista che arriverà nei negozi digitali il prossimo 17 Marzo con il suo nuovo disco – che ironia della sorte si intitola “L’Attesa”.
Ci torneremo…ma ora vogliamo subito dar voce a questo singolo e a questo video che lo hanno anticipato. Il primo lancio, un’anteprima significativa con un brano che immortala probabilmente ogni sfumatura ed ogni poetica di Francesco Garito. Si intitola “Fahrenheit 451”, da cui i rimandi cinematografici e letterari sono immediati. Ci colpisce un suono di ferro, privo di gusto per la scena e senza pose in opere secondo quanto dicono le mode. E alle mode, il nostro, da contro ad “alta voce” con questa canzone che inchioda al muro la nostra quotidianità, gli “sputa in faccia” verità ed urgenza. Diventa pasoliniana la sua condotta, abbraccia il mito del guerriero questo cantautore che non bada alle rime e alle strutture della televisione, ma dai canoni e dal dovere cerca di fuggire perchè lui rincorre il vero. Il vero sta nel suono come nella vita, non sta dietro i computer e neanche dietro le apparenze che ci vendono come dogmi di fede. La verità di se stessi prima di tutto. E non poteva tradirsi neanche in un video da rilasciare in rete…perchè alla fine siamo tutti figli e fantocci di questo sistema. Tutti. L’importante è restare veri e reali anche nel circo e nell’industrializzazione del pensiero. E questo video anche non ha scenografie e bellezze di fabbrica, non passerà mai il contro qualità. Francesco Garito è così: lui non si presenta neanche al controllo qualità.
A questo punto attendiamo il resto di un disco che a quanto pare promette soltanto di essere vero. E di verità ne abbiamo tanto bisogno. Davvero belle sensazioni…

Advertisement

Rispondi