MUSITA: la libertà di essere veri

Verità. Questa la prima grande parola che viene in mente ascoltando l’Ep eponimo dei MUSITA. Duo elettro pop impersonificato da Ubaldo Schiavi – musicista e compositore, autore di molte colonne sonore, un nome che ritroviamo spesso nelle produzioni di Rai Storia – e poi la bellissima Laura Tarantini, cantautrice italo-francese. Sono 5 inediti elettro pop dicevamo, in cui non c’è un suono massiccio e portante dal basso ma una struttura leggera sintetica, ricca di fascino glamour e quel piglio femminile un poco sottile che fa dei Musita una caratteristica riconoscibile. Forte della sua timbrica, la Tarantini imprime fascino non solo estetico ma anche emozionale in queste canzoni che in tutto e per tutto parlano di libertà come di verità. Sono canzoni che incitano alla riscoperta di se, brani come “Sentiti Vera” o “Cado” sono inequivocabili inni alla rivalsa personale, al vivere sani e in equilibrio con se stessi prima di ogni altra cosa. Un disco chiaro, limpido, liquido per quei numerosi tratti sottili, un disco che non cerca l’espressione poetica o i ricami musicali per palati fini ma sposa a pieno un linguaggio diretto, facile, popolare così come il suono che guarda in faccia il futuro con quel solito mood che oggi va tanto di avere un piede ancorato a quel pop anni ’90 in cui l’elettronica impazziva sotto ogni fronte. Certamente i Musita, se proprio vogliamo dirla tutta, il piede lo mettono forse appena qualche anno dietro e se “Libertà” davvero sembra figlia di quella letteratura anni ’80 allora in “Mai banale” davvero si cerca la personalità unica e irripetibile spulciando cose nuove nel futuro. Un disco che non cerca la rivoluzione ma l’incontro. Si sente l’Italia che arriva sempre dopo l’America delle grandi invenzioni, si sente la melodia nostrana che ci invidieranno sempre in tutto il mondo e si sente la Francia, un po’ perché lo sappiamo e un po’ perché questa voce e questo modo di fare sottile di colori a pastello non può che farcela arrivare alla mente. In rete troviamo anche diversi video ufficiali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*