Addio alla regina del soul…è morta Aretha Franklin

Addio alla regina del soul

E’ morta a Detroit, all’età di 76 anni Aretha Franklin. La Queen of Soul, come era stata soprannominata, è deceduta a causa di un cancro al pancreas che le era stato diagnosticato nel 2010. Lo ha annunciato – riferisce l’Associated Press – la sua portavoce Gwendolyn Quinn.

Aretha, nata a Memphis il 25 marzo 1942, è andata oltre le definizioni, rompendo schemi e imponendosi come un vero e proprio fenomeno della natura. Non si può dire di conoscere la storia del Novecento se non si è mai ascoltata la voce di Aretha Franklin. Anzi, se ci è consentito dirlo, non si è vissuto pienamente se non si è ascoltata, almeno una volta, la voce di Aretha Franklin. È possibile immaginare una vita senza Natural Woman, o I Say a Little Prayer, o pensare alla liberazione delle donne senza Respect e Think (che cantò anche nel film The Blues Brothers),  o sognare l’amore senza I Never Loved a Man (The Way I Love You)? No, Aretha Franklin è stata la voce femminile del Novecento, al pari di Frank Sinatra, è stata la più grande interprete che abbia mai calcato un palcoscenico e le sue canzoni hanno segnato stagioni, epoche, hanno segnato in maniera indelebile la Storia, senza se e senza ma. La sua ultima esibizione è stata lo scorso novembre a New York al gala della fondazione di Elton John per la lotta all’Aids. Il suo ultimo concerto, invece, nel giugno 2017.

Icona riconosciuta della cultura nera, con una forte personalità ma soprattutto artista dalla voce sublime. Aretha Franklin è stata “The Voice” – la voce – non una voce qualsiasi, ma la voce che ha saputo cantare i nostri dolori, le nostre gioie, i nostri amori, le nostre difficoltà, come noi avremmo voluto cantarle. Una voce che ha cantato la nostra anima.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*