METANOIA: l’arte del vivere è una buona musica

METANOIA: l’arte del vivere è una buona musica

Abruzzesi in procinto di dare alle stampe il primo disco di una carriera che sposa, almeno per ora, quel bel pop-rock alla indie maniera che tanto ormai sta contaminando le abitudini e gli ascolti main stream. Sono i Metanoia che vi presentiamo in anteprima con questo video di lancio del secondo singolo estratto. Si intitola “L’arte di essere se stessi” e qui il fortissimo richiamo alla letteratura di Schopenhauer e alle meravigliose pubblicazioni Adelphi che riprendono proprio il pensiero del filosofo tedesco che forse più di altri ha dato al popolo di tutti i giorni gli strumenti (del tutto opinabili certamente) per un’analisi del proprio io. Non parliamo di filosofia in senso stretto ma cerchiamo una codifica quotidiana con i Metanoia che dalla loro consegnano alla critica un brano che certamente invita alla riflessione del proprio vissuto: quando l’esistenza è decisa dal dovere più che dalla natura libera di se stessi. Dunque l’eterno dilemma che velocemente diviene essere o apparire, volere o dovere.

Questa nostra anteprima apre la pista ad un disco di prossima uscita per Artis Records Edizioni / Cramps Music che porterà un titolo altrettanto significativo: “L’equilibrio dei numeri primi”. E, a parer nostro, torna di nuovo prepotente il rimando letterario a quel Michel Houellebecq che tra tanti ha saputo sdoganare al grande pubblico visioni rivoluzionarie ed un certo modo di concepire la vita tra gli uomini. Dunque, come in questo video, ci aspettiamo che il primo lavoro dei Metanoia faccia un focus pop rock su tematiche sensibili, oggi più di ieri: si preannuncia un lavoro di grande sensibilità, umana e spirituale. Il tutto intriso di leggerezza indie che ormai sembra essere divenuta la cifra stilistica per ogni nuova scrittura italiana.

Giancarlo Susa