Paolo Tocco: a Novembre un nuovo disco ed un nuovo libro

Con il singolo “Arrivando alla riva” il cantautore abruzzese Paolo Tocco si prepara ad un Novembre assolutamente ricco di novità. Un nuovo disco ed un nuovo libro. Il progetto si intitolerà “Ho bisogno di aria”: 11 inediti dal piglio sociale come ampiamente dimostrato da questo primo assaggio assolutamente intimo e preciso nel messaggio, attraverso una poetica intima, dura sugli spigoli e assolutamente determinante. Paolo Tocco ci ha regalato una fotografia personale sul dramma degli sbarchi clandestini sulle nostre coste con un video ad accompagnarlo assolutamente di impatto: un unico piano sequenza che mostra il mare restituire alla riva oggetti che simboleggiano una tragedia che ormai va di scena quasi ogni giorno. A Novembre quindi lo attende una doppia pubblicazione. Un disco e un libro – che ovviamente verrà stampato anche con le copie in allegato.

Dunque un disco sociale come dicevamo, vero?
Per la prima volta credo che debba rispondere di si. Sociale. Probabilmente “Ho bisogno di aria” nasce in un periodo che ha portato anche il nostro Abruzzo su tutte le pagine dei giornali e purtroppo ancora paghiamo il conto di certe ferite. Per chi ama scrivere o comunque per chi sente il bisogno di sublimare tutte queste emozioni attraverso la scrittura (come penso accada per qualsiasi altra forma di espressione), direi che il risultato sia abbastanza consequenziale. Sono particolarmente contento del risultato e in particolar modo credo che tutta la poetica di questo disco sia racchiusa proprio nell’ultimo brano che abbiamo concluso di registrare proprio in questi giorni. Si intitolerà “Bella Italia” che già dal titolo la dice lunga. E se proprio voglia anticipare l’ultima frase della canzone direi che faremmo una chiusa giornalistica con i fiocchi: “…che poi sotto le macerie ci stiamo tutti quanti”. Probabilmente sarà il prossimo video di lancio a Settembre…

Dunque anche un nuovo libro? Dopo “Il mio modo di ballare” ritroveremo nuovi racconti per raccontarci meglio queste nuove canzoni?
No, niente racconti. Questa volta mi sono avventurato per la famosa traversata – come ho sentito dire più volte. Un romanzo, non lungo, promesso!!! Un racconto più lungo del solito insomma. Certo, prendo diretto spunto dal disco, dalle sue canzoni e dalle storie che lo hanno ispirato. Come al mio solito ai luoghi e ai personaggi amo dare nomi di fantasia e questa volta ho attinto a piene mani dall’estetica letteraria di Bukowski, tanto che il protagonista l’ho chiamato Henry. Dunque un libro volgare fatto di sesso, provincia, retroscene impensabili e un finale che rompe la logica di quanto ci si aspettava. E poi l’evasione, la fuga per la rinascita…ho bisogno di aria, significa soprattutto questo…

Tour, concerti ma soprattutto a quando la pubblicazione?
La pubblicazione è fissata per i primi giorni di novembre. Sarà curata da IRMA Records per quel che riguarda il disco e da Lupi Editore per quel che riguarda il libro. Speriamo anche di fare il disco di vinile ma questa è un’altra storia…
Non amo molto mettermi in gioco dal vivo. Ma questi sono argomenti assai difficili da spiegare in un’intervista. Però con “sacrificio” e con energia fresca direi che mi avventurerò anche per suonare dal vivo. A breve inizieremo a programmare le date…con il libro sotto mano faremo anche tante piccole performance live in librerie e salotti letterari. Insomma: incrocio le dita e metto la benzina alla macchina. Grazie di cuore dello spazio che mi avete concesso…

Rispondi