LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE È QUELLA DI CRISTICCHI: A LUI IL PREMIO SERGIO ENDRIGO

“Abbi cura di me” vince il premio Sergio Endrigo alla miglior interpretazione, decisione congiunta della sala stampa Ariston Roof e Lucio Dalla: su 311 voti (310 validi) 85 sono andati al cantautore.

“Adesso apri lentamente gli occhi e stammi vicino Perché mi trema la voce come se fossi un bambino Ma fino all’ultimo giorno in cui potrò respirareTu stringimi forte e non lasciarmi andare.
Abbi cura di me”: il finale,  il momento più intenso del brano e nella mente sono fissi gli occhi lucidi del cantautore, sinceri, veri. Cristicchi scrive una preghiera, rivolta a chiunque, un messaggio che non ha un destinatario preciso, un messaggio che ciascuno può fare proprio.

Seconda partecipazione per Cristicchi, che nel 2007 aveva fatto bottino quasi pieno: premio della critica, premio sala stampa radio tv e anche il Festival.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*