Follow Us

Elettra…l’immaginazione è come una lampadina

cortellino elettra

Disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme streaming “ELETTRA” (LaPOP)

Il nuovo singolo di Cortellino è un brano estratto dall’ultimo progetto discografico full lenght dal titolo “Solo quando sbaglio”. Elettra è un brano dalle molteplici ispirazioni. La prima e fondamentale è proprio Elettra, la macchina della luce ideata dal fisico quantistico Luciano Fonda: l’idea della macchina della luce è stato lo stimolo che ha acceso l’immaginazione dell’autore, come una lampadina. La seconda è invece il mare, dimensione che accompagna da sempre Cortellino poiché la sua città, Trieste, si affaccia sull’Adriatico. Il mare diventa uno specchio in cui l’uomo si riflette e diventa metafora dell’esplorazione di sé.

Abbiamo avuto il piacere di scambiare due chiacchiere insieme.

Se potessi riassumere il tuo personaggio con il titolo di un disco, quale sarebbe?

Azzardo: “Are you experience” di Jimi Hendrix.

Ti andrebbe di spiegarci la copertina di “Solo Quando Sbaglio”?

Certo! L’ha disegnata Mattia Camangi, creativo Bolognese. Lui ha realizzato tutte le grafiche del disco. Ha voluto rappresentare con l’immagine grafica gli sbagli. Vi è stato subito feeling tra di noi e lui dopo aver ascoltato il disco lo ha rappresentato con l’immagine di un gelato che è appena caduto ad una persona che indossa calze spaiate su scarpe dai lacci laschi.

Quando sei in studio, qual è il tuo processo creativo?

È una domanda difficile a cui rispondere perché ogni canzone ha un processo creativo ignoto e misterioso dentro di me. Quello che posso dirti è che cerco di portare nella mia musica emozioni e situazioni che realmente ho vissuto, credo in questa forma di onestà intellettuale, poi generalmente le canzoni hanno degli stadi evolutivi tipo le farfalle, nasce tutto da un provino che poi viene rielaborato maniacalmente in tutte le sue forme per giungere al risultato finale.

Che rapporto hai con l’esecuzione delle cover di altri artisti?

Cantare una cover è sempre una sfida, generalmente non amo farlo, ma so apprezzare quello che l’esecuzione di un pezzo altrui può fare alla mia cultura musicale. Diciamo che mi piace scegliere con cura le cover da cantare, quando lo faccio mi piace cercare di mantenere la linea comunicativa originale dell’autore, anche se posso cambiarci arrangiamento.

Cosa ne pensi dei concerti in streaming?

Sono combattuto. La cosa da un lato è super comoda e credo che la tecnologia a breve creerà delle arene virtuali per concerti streaming e la cosa prenderà sempre più piede; dall’altro con questo concetto di connessione a distanza e di isolamento dello spettatore, secondo me non crea la stessa empatia di un concerto dal vivo. Essere ad un concerto tra molte persone che si divertono, si confrontano ed esser accarezzato dalle onde sonore prodotte dai musicisti non può esser paragonata come esperienza allo stare a casa con le cuffie a fissare lo schermo o un visore.
Sono combattuto da questa evoluzione del live, mi attrae ed allo stesso tempo mi fa riflettere perché snatura alla base il rapporto fra spettatore e la rappresentazione. È un po’ quello che è successo al teatro quando è arrivato il cinema. Io comunque mi presto a questa cosa, di solito metto i miei concerti in live stream sui miei social. Nel mio piccolo cerco di tenermi al passo con i tempi.

“Elettra” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/2R91cSF.  

Cortellino è un cantautore di Trieste che di nome fa Enrico. Nel 2007 esce il suo primo disco per l’etichetta udinese Arab Sheep e inizia a suonare sotto lo pseudonimo di Cortex che abbandonerà successivamente. Nel 2008 suonando al Piper di Roma in occasione della finale del Tour Music Fest viene notato da Mogol, il quale lo premia per i testi assegnandogli una borsa di studio per il C.e.t. Nel 2010 – 2011 continua a suonare dal vivo e si dedica ad auto-produzioni sul web. Nel 2013 esce l’album “Cinico Romantico” per Maninalto! Records di Milano e viene così definito cantautore blues Lo-Fi, ottenendo buone critiche dalla stampa e dalle radio. A ottobre dello stesso anno viene nominato “artista della settimana” da MTV New Generation. Nel 2014 apre i concerti di Tonino Carotone e suona all’after-party del concerto di Manu Chao, inoltre riceve il premio Superstage al Mei di Faenza come miglior artista emergente. Nel 2015 registra il suo terzo disco che, in collaborazione con Radiocoop, viene scelto da Irma Records insieme ad altri 10 artisti italiani per far parte della collana “Mi sento indie” uscita a marzo 2016 e distribuita in tutta Italia in esclusiva per le librerie Coop. Nel 2017 pubblica alcuni singoli, tra questi anche “Bblues” la cui anteprima del videoclip esce sul sito di Rolling Stone. In seguito fa un tour nazionale supportato da Materiali Musicali, la Siae ed il mbact nel progetto S’Illumina. Dal 12 ottobre 2018 è in radio “140 Kmh”, cover del grande Ivan Graziani. Cortellino pubblica nel 2019 un album dal titolo “Solo quando sbaglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.